associazione arma aeronautica sezione di torino

Cerca

Vai ai contenuti

Menu principale:


NAVE SCUOLA "AMERIGO VESPUCCI"

IMMAGINI > VISITA ALLA NAVE SCUOLA AMERIGO VESPUCCI

NAVE SCUOLA AMERIGO VESPUCCI - CENNI STORICO-TECNICI

NAVE SCUOLA AMERIGO VESPUCCI
L’Amerigo Vespucci è ad oggi la più anziana unità della Marina Militare Italiana , essendo stata varata il 22 febbraio 1931 , essa fu costruita ed allestita nel Regio Cantiere Navale di Castellamare di Stabia e madrina del varo fu la signora Elena Cerio.
La sua vita operativa partì il 6 giugno dello stesso anno andando ad affiancare la ,leggermente più piccola,gemella “Cristoforo Colombo” e costituendo così la “Divisione Navi Scuola” sotto il comando dell’Ammiraglio Cavagnari .
La Bandiera di combattimento Le fu consegnata al termine della prima crociera di istruzione a Genova il 15 ottobre 1931.

MOTTO
Il motto originale “
Per la Patria e per il Re” venne sostituito nell’immediato dopoguerra da “ Saldi nella furia dei venti e degli Eventi” sino al 1978 mutato nella frase “ Non chi comincia ma quel che persevera”

NOTE TECNICHE
Da un punto di vista costruttivo architetturale essa è definibile “ Nave a Vela con Motore” essa in relazione all’apparato velico è “ Armata a Nave” con tre alberi verticali ( Trinchetto, Maestra e Mezzana) più il Bompresso a prora.

SCAFO
Ha tre ponti principali ( di coperta,di batteria e di corridoio). Sul ponte di coperta si elevano due infrastrutture , il castello a prora ed il cassero a poppa , esse si sopraelevano rispetto al livello del ponte di coperta ma ne costituiscono nondimeno ideale continuità.
La polena rappresenta Amerigo Vespucci , i fregi a prora e a poppa sono in legno ricoperto di foglia di oro zecchino.
Il richiamo alla tradizione marinara degli antichi velieri fu richiamata dal progettista nelle fasce bianche-nere dello scafo in corrispondenza dei ponti inferiori ed in richiamo alle linee di cannoni dei vascelli sette-ottocenteschi.
Il cosiddetto fasciame è costituito da lamiere di acciaio dello spessore di 12 – 16 mm inchiodate alla costolatura costituente la chiglia , l’impermeabilità della chiglia è quindi delegata alla precisione di montaggio delle lastre.

ALBERATURA
Gli alberi sono costruiti con sistema misto ; essi sono costituiti in tre tronchi di cui i primi due in accaio , il terzo il cosiddetto “alberetto” per gli alberi verticali e “asta di controfiocco”per il bompresso , sono in abete douglas. Stessa filosofia per i pennoni.

DIMENSIONI
Al galleggiamento 70 m , ma fuori tutto si arriva a 101 m. La larghezza massima è 15,56 m , senza contare gli ingombri delle scialuppe e del trevo di maestra , con il quale si raggiungono i 28 m. Il pescaggio è intorno a 7 m

MOTORIZZAZIONE
È di tipo Diesel-Elettrico ; i due motori diesel (Fiat 8 cil.linea) alimentano le due dinamo generatrici che alimentano il motore elettrico di propulsione.

EQUIPAGGIO
16 Ufficiali,72 sottoufficiali e 190 sottocapi e comuni , suddivisi nelle varie specialità ne costituiscono l’equipaggio , a cui durante le crociere di istruzione si aggiungono Allievi e personale di supporto dell’Accademia navale sino a raggiungere il ragguardevole numero di 480 unità di personale imbarcato.



Menu di sezione:


Torna ai contenuti | Torna al menu